Cercano lumache nel terreno sbagliato, minacciati di morte

NICOSIA. Sarebbero stati minacciati di morte per aver cercato lumache nel terreno sbagliato, una proprietà privata. È la disavventura capitata a due ennesi, che si sarebbero visti letteralmente bloccare la strada, affinché non si allontanassero da quel fondo agricolo, dove un ottantunenne aveva iniziato a inveire contro di loro, fino a quando la situazione, anche per l’intervento del figlio dell’anziano, non si è tranquillizzata. Adesso quell’uomo, che ha 85 anni, è stato condannato per violenza privata dal Tribunale di Enna; mentre il figlio, che era stato rinviato a giudizio assieme a lui con la stessa accusa, è stato assolto con formula piena: lui non ha commesso alcun reato, scrive, in estrema sintesi, il giudice nella sentenza, ma anzi è intervenuto per calmare il padre. Questa storia ha come scenario una campagna vicino a Nicosia, dove due persone si erano fermate a raccogliere qualche lumaca in una mattina di fine estate. Era il 3 settembre del 2013.