Nissoria ricorda le vittime del World Trade Center

Martedì undici settembre 2018, nel diciassettesimo anniversario del crollo delle torri gemelli del World Trade Center di New York ad opera del terrorismo di Al Qaida e per il settimo anno consecutivo dal suo insediamento, alla presenza del vice prefetto vicario Michela Savina La Iacona, il sindaco di Nissoria Armando Glorioso ha commemorato i nissorini Vincent Di Fazio (bancario) e Salvatore Lopes (agente di viaggio) e tutte le vittime del terrorismo.  

   La manifestazione dal forte impatto emotivo e dall’encomiabile valore civile, è iniziata con il ricevimento nella stanza sindacale di una qualificata rappresentanza di militari dell’aviazione, dell’esercito e della marina USA in servizio presso la stazione aereonavale di Sigonella, guidata e accompagnata dal responsabile della comunicazione Alberto Lunetta in veste di traduttore, durante il quale il sindaco Armando Glorioso ha ricordato la strage dell’11 settembre quale evento che ha stravolto il mondo e la vita umana.

   La solenne cerimonia è proseguita nel “Parco 11 Settembre 2001” con la deposizione di una corona di fiori davanti alla lapide fatta costruire dall’Amministrazione del sindaco Marco Murgo in memoria dei predetti concittadini, l’alzabandiera dell’onore con l’elencazione di tutti i nomi delle vittime dell’11 settembre 2001, l’esecuzione degli inni nazionali Americano e Italiano da parte della banda cittadina diretta dal maestro Filippo Nascone Pistone.

   Commovente il video sull’attentato che ha come sottofondo la bellissima canzone Only Time (solo il tempo) cantata dalla cantante e musicista irlandese Enya Patricia Brennan.

   La cerimonia ha avuto la benedizione del parroco Orazio Macchione, con l’invocazione a Cristo di portare la luce ove sono le tenebre e il ricordo di madre Teresa di Calcutta di non meravigliarsi se una madre uccide i propri figli, quando un uomo uccide un altro uomo.

Dopo il discorso del sindaco Armando Glorioso, che ha ricordato quel doloroso avvenimento come elemento di unione tra il popolo nissorino e quello americano e granello di sabbia per la pace nel mondo, e del rappresentante del Comando della stazione aeronavale di Sigonella, che ha parlato di amore e fede tra due popoli, la toccante e partecipata cerimonia si è conclusa con la visita da parte delle autorità civili e militari del pregevole museo etno-antropologico e della cultura contadina allocato nell’adiacente scuola media Luigi Sturzo di Nissoria.

   A conclusione della cerimonia il sindaco Armando Glorioso ha consegnato una targa ricordo al vice prefetto La Iacona e una per il comandante della base aeronavale di Sigonella.

Giuseppe Sammartino