Automobilismo, dopo Magny-Cours, il pilota ennese Simone Patrinicola va all’attacco di Le Mans

“E’ stata un’esperienza fantastica. Abbiamo preso dimestichezza con la pioggia e poteva anche scapparci il successo finale. L’importante è che in questo campionato di durata ci siamo sia io che Michele, ora dobbiamo pensare alla gara di Le Mans, che è sicuramente più difficile”. Così il pilota ennese Simone Patrinicola, all’indomani dell’ottimo secondo posto a Magny Cours, si prepara, assieme al suo collega Michele Esposito, al prossimo impegno di Le Mans. Una prestazione, quella di Magny Cours, che ha proiettato i due piloti del Team Autosport Sorrento tra i protagonisti di questo campionato di durata e che potrebbe rappresentare il trampolino di lancio per campionati più prestigiosi.

Sotto la pioggia battente, Simone ha avuto l’abilità di dare tutto alla partenza, andandosi a piazzare subito tra i primi; e in questo modo ha potuto poi guidare con una certa tranquillità  trovandosi in testa sin dalla prima ora di gara, mantenendo un discreto vantaggio nei confronti  di Bertolami e Mananteu, suoi avversari, riuscendo a guidare la corsa per oltre un’ora.

A Le Mans ora l’obiettivo è bissare l’ottima prestazione per confermarsi ad altissimi livelli.