Assemblea dell’Avis a Enna: “Con la donazione, dai un valore aggiunto alla tua vita”

Pergusa – “La donazione è un valore… dai un valore aggiunto alla tua vita”. Questo è stato lo slogan che ha caratterizzato i lavori della 30^ assemblea provinciale dell’Avis di Enna presieduta dal Presidente provinciale Fabio Pedone e tenuta a Pergusa lo scorso 22 marzo.

Quest’anno, per via dell’adeguamento dello Statuto associativo alla nuova normativa per il Terzo Settore, oltre all’ Assemblea ordinaria si è svolta, nello stesso pomeriggio, quella straordinaria nel corso della quale, alla presenza di un notaio, sono state apportate le necessarie modifiche allo statuto. Durante lo svolgimento dei lavori si sono susseguite le relazioni del Presidente del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti, della Commissione Verifica Poteri e quella del Comitato Medico; sono stati inoltre nominati i delegati alle assemblee regionale e nazionale;

Numerosi e prestigiosi gli interventi che si sono susseguiti. Il primo contributo è arrivato dal Direttore Generale dell’ASP di Enna, dr Francesco Iudica, che ha rivolto un breve saluto nel corso del quale ha posto l’accento sul valore della solidarietà e ha ringraziato l’Avis per l’impegno profuso in tutti questi anni.  Il Direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Enna dott. Francesco Spedale ha invece parlato della possibilità di inserire una nuova programmazione di screening dei tumori femminili (screening mammografico e della cervice uterina) e del colon retto per i donatori di sangue.

Sono poi intervenuti tutti i presidenti delle Avis comunali che hanno portato il saluto delle loro realtà avisine e la referente provinciale dell’Esecutivo Giovani Sicilia che ha espresso piena disponibilità a collaborare alle attività in cui l’Avis Provinciale e tutte le sue comunali vorranno coinvolgerli.

Importanti aspetti di politica associativa sono stati trattati dal Presidente regionale di Avis Sicilia Salvo Mandarà e dal Consigliere Regionale per la provincia di Enna Salvo Cancaré.

La Provinciale, che raccoglie le Avis comunali di Enna, Troina, Piazza Armerina, Agira, Aidone, Barrafranca, Nicosia, Pietraperzia, Leonforte, Assoro, Calascibetta, Valguarnera e Villarosa, si appresta a lanciare il suo sito internet che conterrà tutti i contenuti riguardanti le attività sia della sezione provinciale che di tutte le comunali con spazi autogestiti. All’interno del sito anche uno spazio per la Consulta Giovani, figura molto attenzionata dal presidente Pedone che, nei mesi scorsi, ne ha incoraggiato e promosso, anche con supporto economico, le attività.

“Tutte le realtà comunali – ha detto il Presidente provinciale – si sono distinte per aver promosso iniziative degne di nota, che hanno contribuito a fare veicolare il nostro messaggio promozionale sull’importanza della donazione del sangue. Tutta questa attività – ha proseguito Pedone- dà il senso e la dimensione di cosa significa dalle nostre parti fare volontariato e ci fa riflettere su come sarebbe questa nostra società senza il volontariato e i principi di solidarietà e di altruismo che ci stanno dietro”.

Il risultato di maggiore importanza conseguito nel corso del 2018, al termine di un iter lungo e laborioso, al quale si è pervenuti grazie ad un proficuo lavoro di squadra, è stato l’obiettivo finalmente centrato della convenzione unica con l’ASP di tutte le realtà Avis della provincia. La convenzione unica consente a tutti i donatori presenti sul territorio provinciale, di potere avere le stesse prerogative e gli stessi trattamenti con una serie di esami aggiuntivi chiaramente definiti.

Per il 2019 tra gli obiettivi prefissati dal Consiglio Direttivo ci sarà la gestione delle due autoemoteche acquistate dall’ ASP e che dovrebbero coprire la zona sud e la zona nord della provincia. Non mancheranno corsi di formazione da destinare ai dirigenti e ai volontari delle nostre Avis al fine di migliorare l’approccio volto al reclutamento di nuovi donatori o ad approfondire tematiche di interesse comune; la progettazione di una serie di corsi di BLSD dà organizzare con il supporto delle Avis comunali interessate; il lancio di una campagna di fidelizzazione dei donatori a livello provinciale mediante la sottoscrizione di convenzioni con negozi e ristoranti operanti nel territorio e l’organizzazione di incontri volti a informare i donatori al fine di conseguire l’obiettivo di avere sempre più donatori informati, consapevoli e attenti alla propria salute.

Il presidente Pedone ha concluso i lavori ricordando che “la donazione è un valore che deve guidarci in tutte le nostre scelte associative e in tutte le nostre azioni di dirigenti associativi”.