Lunedì 29 aprile si presenta a Palermo la Settimana europea federiciana 2019

La Settimana europea federiciana “Federico II e il sogno europeo” viene presentata in quella che fu la sede imperiale di Federico II, Palazzo dei Normanni, fulcro amministrativo e culturale dello Stupor Mundi in Sicilia. La conferenza stampa di presentazione si terrà lunedì 29 aprile alle 15 nella sala Piersanti Mattarella.

Accanto a Cettina Rosso, promotrice della manifestazione giunta alla sua tredicesima edizione, ci saranno Roberto Lagalla, assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Sicilia, Maurizio Dipietro, sindaco di Enna, e Francesco Colianni, assessore agli Eventi del comune di Enna.

Interverranno Bernardo Tortorici di Raffadali, presidente della Settimana delle Culture di Palermo (gemellata con la Settimana europea federiciana)  Roberto Di Maria, preside della facoltà di Scienze economiche e giuridiche dell’università Kore di Enna e referente dei seminari sull’Europa della Settimana federiciana, Giuseppe Castronovo, referente dei giochi validi per il Palio federiciano, Maria Renna, referente della Festa dell’Europa per le scuole, Angelo Scalzo, presidente nazionale Arti e tradizioni Cna che farà realizzare un’opera artistica quale premio al quartiere vincitore.

A moderare sarà il giornalista Ivan Scinardo, direttore della sede di Palermo del Centro sperimentale di cinematografia.

Oltre a una folta delegazione ennese, alla corte del Castellano di Castrum Johanni in abiti d’epoca e ai rappresentanti degli otto quartieri storici che si sfidano per il Palio federiciano, saranno presenti Paola Rubino, presidente del Centro studi “Federico II di Svevia”, Michele Sabatino, docente di Politica economica dell’università Kore e membro del comitato organizzativo della Settimana federiciana e Lietta Valvo Grimaldi, scrittrice e operatrice culturale, consulente per il comune di Enna.

“Il sogno europeo di Federico II, sovrano visionario di un’idea di Europa fondata sul dialogo tra culture diverse torna dove tutto ebbe inizio, proprio nel Palazzo dei Normanni, il più antico parlamento d’Europa – commenta Cettina Rosso – è un grande onore per me presentare nella sede più prestigiosa di Sicilia, l’evento che da tredici anni lega l’imperatore svevo re di Sicilia al sogno europeo. Enna e Palermo sono legate da tanta storia, in passato dall’influenza di Federico II e oggi da importanti relazioni culturali”.