Il MGS: “Una piattaforma comune di tutte le realtà di sinistra, contro una destra che smantella i valori dell’Europa”

Ecco la nota del Movimento Giovanile della Sinistra.

L’appello lanciato dal Movimento Giovanile della Sinistra – MGS a livello nazionale, per mezzo del nostro Presidente, Tommaso Sasso, ha il gusto della sfida, del romanticismo, della passione. In tempi difficili, è come un lampo di luce in tempi di oscurità: crollato il compromesso da capitale e lavoro, travolta la legittimazione sociale delle democrazie nazionali, viviamo in tempi difficili, conflittuali, caratterizzati dall’insicurezza generale e dall’avanzata delle destre più regressive degli ultimi settant’anni. La globalizzazione ha travolto le nostre certezze e la crisi economica globale sta sconvolgendo il vecchio mondo, in declino, mentre, in ogni luogo, accendono guerre, movimenti identitari e violenti e nuove aspiranti potenze.

L’Europa, l’Italia e la Sicilia stanno in questo flusso. La Destra sta alimentando la paura e per mezzo di questa sta acquisendo consenso, così da poter finalmente occupare le Istituzioni e smantellare il sistema di valori comuni che ha governato l’Europa per mezzo secolo: solidarietà, libertà, diritti civili e sociali. Su questa tempesta, la nostra generazione è colpita in pieno. Precarie nelle proprie certezze, politiche e socioeconomiche, pare costretta ad abbandonare il campo senza lottare, ad emigrare senza radicarsi, a perdersi senza mai incontrarsi. Una condizione che, come giovani progressisti, non possiamo né accettare, né tollerare.

In Sicilia, poi, lo vediamo con una certa forza. La Destra è al governo, egemone, e sta imponendo un conservatorismo che sa di antico, un’assenza che sa di vergogna, mentre, sul piano giovanile, sembrano inadeguate le soluzioni poste finora in campo. Eppure, “abbiamo a cuore tutti le stesse battaglie” e tutti “abbiamo una visione comune” sulla “condizione di disperante precarietà che frustra le esistenze di centinaia di migliaia di nostri coetanei”. Senza lavoro, aspiranti emigranti, instabili, la nostra è una generazione senza orizzonte. Ed al Sud, in particolare, è una generazione che si sente sconfitta, arrabbiata, abbandonata.

Tutto questo ci richiama ad una reazione. E per reagire serve un gesto di grande disponibilità e generosità da parte di tutti, nella coerenza delle proprie idee politiche e nella capacità di elaborazione, confronto e dialogo che dovrebbe caratterizzare una militanza viva ed appassionata. Per questo ci sentiamo di rilanciare l’appello a tutte le organizzazioni, associazioni e realtà di centrosinistra, progressiste e democratiche della regione Siciliana: è il momento della reazione, è il momento del dialogo, è il momento di costruire la piattaforma su cui elaborare una risposta alla questione meridionale, un messaggio di speranza per la nostra generazione, una sfida al governo di Musumeci.

Dobbiamo osare, dove altri hanno già fallito, ricominciare là dove già noi abbiamo sbagliato. Abbiamo tutte le intelligenze e le capacità per farlo. Basta cominciare a guardare avanti, costruire un orizzonte, vedere opportunità dove prima si scorgevano ostacoli, spazi dove prima intravedevamo muri. Noi, nella coerenza delle nostre posizioni, come Movimento Giovanile della Sinistra Siciliana ci saremo e saremo disponibili ad avviare questo percorso con entusiasmo e convinzione. Per tornare a pensare una strada, per tornare a costruire un’alternativa, per tornare ad ipotizzare una speranza.

Firmatari

 

Lillo Colaleo, Responsabile Organizzazione Nazionale MGS

Leandro Bianco, Coord. Regionale – Resp. Enti Locali e Partito

Giuseppe La Porta, Coord. Regionale – Resp. Organizzazione

Francesco Navarra, Coord. Regionale – Resp. Diritti Sociali

Francesco Ratto, Coord. Regionale – Resp. Saperi

Salvatore Trovato, Coord. Regionale – Resp. Ambiente e Territorio

Giuseppe Barresi, MGS Provincia di Messina

Carmelo Di Bona, MGS provincia di Ragusa

Antonino Di Dia, MGS provincia di Trapani

Antonino Landro, MGS provincia di Siracusa

Adriano Licata, MGS provincia di Enna

Luca Li Vecchi, MGS provincia di Caltanissetta

Guglielmo Marziano, MGS provincia di Catania

Francesco Miccichè, MGS Provincia di Agrigenti

Cristina Palazzolo, MGS provincia di Palermo